duc in altum creatività energia team building

Liberare la creatività del team di lavoro

SPRIGIONARE L’ENERGIA DEI COLLABORATORI

Questo il tema di una giornata all’insegna della sana competizione, della creatività e del divertimento, quella passata a Francavilla a Mare (PE), all’interno della suggestiva Tenuta delle Querce con i dipendenti del gruppo Stante Logistics.

L’intento era quello di provare a “liberare il potenziale creativo del team di lavoro” attraverso un gioco: fare più centri possibili all’interno di un secchio con delle palline da tennis in 90 secondi di tempo!

Le 5 diverse squadre hanno potuto organizzarsi al meglio per raggiungere il proprio obiettivo: i tiratori, i raccattapalle, il “reggitore di secchio”, gli addetti al conteggio dei lanci e dei centri, etc.
Di tentativo in tentativo la sfida diventava sempre più ardua, con obiettivi ambiziosi e come nelle migliori aziende, con l’attribuzione di KPI (Key Performance Indicator), sempre più precisi.

Abbiamo giocato per tre ore abbondanti, i ragazzi hanno dato il meglio di sé per sprigionare la propria inventiva, oltre alla propria capacità organizzativa. Fra un tentativo e l’altro, i debriefing sono stati utilissimi per i miglioramenti e i correttivi del caso, fino alla totale liberazione del proprio potenziale creativo all’ultimo giro!

Creatività prigioniera degli schemi mentali

I risultati di questo gioco, gli apprendimenti e le consapevolezze raggiunte, sono state poi riportati alla realtà aziendale: spesso al lavoro, ci troviamo ingabbiati in schemi mentali, modalità lavorative e regole autoimposte che non ci consentono di apportare alcuna innovazione nei processi e nei soliti “modi di fare le cose”, che presto diventano mera routine che uccide la creatività.

Ma come ricorda il buon Einstein: “Mai risolvere un problema con lo stesso modello di pensiero che l’ha generato”.

Pescara 24 febbraio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *